tag cloud
    [voti: 3 / visualizzazioni: 176]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

The Great Warming

Michael Taylor

Canada , 2006 - 83'

 TRAMA

Divenuto un problema al quale è necessario trovare al più presto valide soluzioni, il surriscaldamento della terra, seppur ben riconoscibile nelle sue manifestazioni più disastrose (desertificazione, aumento spropositato di tifoni e uragani, scioglimento delle calotte artiche), non viene ancora percepito come una minaccia globale soprattutto a causa della scarsa informazione. Narrato dalle voci di star internazionali come Alanis Morissette e Keanu Reeves, da sempre impegnati in cause ambientaliste, The Great Warming fornisce in modo preciso e avvincente il maggior numero di risposte possibili ai dubbi e alle preoccupazioni generali, avvalendosi della testimonianza di esperti del settore e di immagini esclusive provenienti da tutto il mondo.


 REGISTA

Biografia

Dopo aver lavorato nel campo dei media, prima per conto di Air Canada, quindi per la Briston Productions di Montreal, Michael Taylor fonda nel 1978 la Stonehaven Productions, orientata alla realizzazione di video istituzionali. Tra le sue produzioni la mini serie della durata di 3 ore, The Great Warming, tratta dall?omonimo libro, insieme allo special per la televisione americana Global Warming: The Signs and the Science.

Dichiarazione

“La nostra proposta di realizzare un documentario sul cambiamento del clima è stata accolta con scetticismo. Si diceva che il soggetto fosse eccessivamente impegnativo: troppe storie e troppi protagonisti. Ma noi eravamo intenzionati a fare il film e non volevamo sentire ragioni. A smentire l’eccessiva cautela, la reazione dei critici e del pubblico a The Great Warming ha dimostrato che agire nella felice ignoranza non porta sempre all’abisso. (…) Fin dall’inizio abbiamo considerato il surriscaldamento del pianeta come non contestabile: è un fatto reale che sta crescendo e che coinvolgerà tutti, infatti ci sono voluti più di novanta giorni per filmare nei quattro i continenti. In alcuni storie è stata aggiunta una visione morale al consueto messaggio ambientalista, cosa che il pubblico ha apprezzato. Il film ha cambiato il modo in cui stiamo affrontando i progetti futuri sullo stesso tema”.

Michael Taylor


 Stampa Scheda