tag cloud
    [voti: 1 / visualizzazioni: 80]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

Non c'e' vento da perdere

Francesco Cabras

Italia , 2007 - 6'

 TRAMA

Il video, realizzato presso il parco eolico di Poggi Alti di Endesa, intende mostrare come l'eolico possa inserirsi nel paesaggio e convivere con le attività tradizionali. Le fonti rinnovabili, pur con un impatto sul territorio, non produrranno scorie radioattive da custodire per secoli e non saranno causa di trasformazioni irreversibili. Le emissioni di gas serra mondiali andranno dimezzate entro il 2050. L'unica strada percorribile per raggiungere questo obiettivo e` avviare una "rivoluzione energetica pulita", fondata su misure di efficienza energetica e sul rapido sviluppo di quelle rinnovabili. Il solare fotovoltaico potrà essere una soluzione nel medio-lungo periodo, ma oggi si deve puntare sull'eolico.

Prodotto da GREENPEACE ITALIA.


 REGISTA

Biografia

Francesco Cabras, nato a Roma, regista, autore, direttore della fotografia e produttore di documentari (Italian Soldiers, Sono Incinta), videoclip, visual art (Cult Tv) e programmi televisivi. Nel 1999 fonda la società di produzione GANGA insieme ad Alberto Molinari e Francesco Struffi. Con Molinari realizza la maggioranza dei suoi lavori, premiati in festival nazionali e internazionali. Tra i lungometraggi The Big Question, prodotto originariamente da Mel Gibson. In Asia ha intervistato nel 1995 il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi durante i suoi arresti domiciliari in Birmania. Sempre come fotografo ha realizzato mostre personali e collettive. Si è occupato di Turismo Sostenibile come membro direttivo di RAM e collabora con GREENPEACE.

Dichiarazione

“Lavorare con Greenpeace a questo progetto è stato molto importante, i cambiamenti climatici sono una priorità ambientale globale al vertice dell’agenda di tutti i meeting internazionali. Occorre agire ora con massima determinazione se vogliamo evitare che il fenomeno diventi irreversibile. Attraverso il cinema, si possono sensibilizzare le persone verso una cultura della tutela e del rispetto per l’ambiente.”

Francesco Cabras


 Stampa Scheda