tag cloud
    [voti: 1 / visualizzazioni: 65]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

Empty trash

Michele Di Ciolla, Angelo Ferrero, Raffaele Gonnet, Nautica Luddeni, Anna Lalla

Italia , 2003 - 16'

 TRAMA
Il confronto tra i due metodi principalmente utilizzati per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani: discarica e termovalorizzatore (chiamato inceneritore). La gestione dei rifiuti nella provincia di Torino sta  ponendo le istituzioni di fronte alla necessità di adottare una soluzione alternativa allo smaltimento in discarica, in quanto questa metodologia presenta dei problemi tali da non renderla piu' a lungo praticabile. La soluzione attualmente indicata è quella della termovalorizzazione, verso cui, durante il processo decisionale in atto, sono emerse delle forti opposizioni da parte delle comunità locali. Il reportage Empty Trash intende offrire elementi di conoscenza dei due sistemi di smaltimento, avendo come interlocutore di riferimento il “Livello Cittadino” e la percezione del problema rifiuti e delle possibili soluzioni, con i relativi dubbi e perplessità. “Con il nostro video ci proponiamo di partecipare al dibattito in corso fornendo degli spunti di riflessione utili per tutti i soggetti coinvolti nella scelta”.

 REGISTA

Biografia

SCENA/ri di sostenibilità è un'iniziativa promossa dalla Provincia di Torino: Servizio Programmazione Sviluppo Sostenibile e Rifiuti, Laboratorio Territoriale per l'Educazione Ambientale di Torino e M.A.P. - Media Agency Provincia, in collaborazione con Cooperativa Zenit Arti Audiovisive e Associazione CinemAmbiente.
Il progetto è finalizzato alla divulgazione di esperienze, contesti e scenari che rappresentino lo sviluppo locale, la progettualità individuale e collettiva e la qualità della vita, in relazione alle problematiche della mobilità e trasporti, dell'energia, dell'impatto ambientale degli stili di vita, del turismo, delle tipicità ambientali e sociali del territorio, degli equilibri o squilibri naturali.

Dichiarazione


 Stampa Scheda