tag cloud
    [voti: 2 / visualizzazioni: 50]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

La fiuma-Incontri sul Po e dintorni

Rossella Schillaci, Giancorrado Barozzi

Italia , 2008 - 67'

 TRAMA

Il Po e i suoi affluenti narrati con le parole di chi ha vissuto sulle loro rive, tra antiche tradizioni, racconti di giorni lontani, attraverso luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato. Sullo schermo scorrono storie di pesca, favole e poesie in dialetto lombardo, testimonianze di un modo dimenticato di vivere il rapporto con il fiume e con la propria terra, più rispettoso della natura, dei suoi ritmi, in una sorta di simbiosi spontanea. Rossella Schillaci ha realizzato il film per l’Archivio di Etnografia e Storia Sociale.


 REGISTA

Biografia

Nata a Torino, Rossella Schillaci ha frequentato la Scuola video "I Cammelli", per conseguire nel 2000 un master in Visual Anthropology a Manchester. Lo stesso anno dirige il suo primo cortometraggio, Ascuntami e poi Pratica e Maestria (2005) che vincono vari premi nazionali. E' stata assistente alla regia in produzioni Rai e Endemol, mentre nel 2004 ha realizzato in India il documentario televisivo Living Beyond Borders. Attualmente collabora con l'Università  di Milano e con l'Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia in qualità di docente e ricercatrice.

Dichiarazione

“Come in un costante esercizio di straniamento, siamo andati alla riscoperta di luoghi minori e marginali, ambienti unici che custodiscono modi di vivere e vedere il fiume diversi tra loro. L’intento è stato quello di narrare luoghi ed eventi mantenendo la maggiore aderenza possibile alla prospettiva dei soggetti che li vivono, presentandoli per quadri o tappe di un viaggio di ricerca. Unico filo conduttore poche domande: cosa rappresenta il fiume per le persone che abbiamo incontrato? Come lo vivevano una volta? E come oggi, dopo l’avvento dell’industrializzazione e la scoperta dell’inquinamento?”

Rossella Schillaci

 Stampa Scheda