tag cloud
    [voti: 2 / visualizzazioni: 43]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

Nero Artico

Massimo Mapelli

Italia , 2007 - 50'

 TRAMA

Le mille problematiche che affliggono la regione artica, schiacciata dalle conseguenze più disastrose della globalizzazione: da una parte le condizioni di vita degli Inuit della Groenlandia, ormai privi di radici culturali e prospettive per il futuro, tra alcolismo e un altissimo tasso di suicidi anche giovanili; dall’altra la minaccia dell’inquinamento delle acque e del riscaldamento globale, fino alla lotta politica per la spartizione delle risorse energetiche nascoste nel sottosuolo su cui molte nazioni vorrebbero mettere le mani, in un clima di nuova guerra fredda.


 REGISTA

Biografia

Massimo Mapelli, laureato in Lettere Moderne con specializzazione in Giornalismo alla Luiss di Roma, ha iniziato la carriera giornalistica nel 1988 al quotidiano "Puglia", per lavorare, dal 1991 al 1997, come conduttore radiofonico del programma "Rai Stereo Notte", programmista regista e autore testi per Rai Uno, Rai Due e Radio Due. Successivamente è passato a Tmc News, quindi a La7, per cui realizza reportage, interviste conducendo l'edizione notturna del notiziario. Collabora con il settimanale "Panorama" ed è docente di Giornalismo Televisivo e di Tecnica del Linguaggio Radiofonico.

Dichiarazione

«Di grande impatto le immagini che abbiamo potuto girare sugli arenili dei fiordi già liberi dalla neve in aprile, così come i risultati degli studi sulla contaminazione degli uccelli marini dovuta agli effetti delle fonti inquinanti. (...) Le testimonianze che abbiamo raccolto tra i ricercatori e le guide turistiche confermano che le temperature crescono, la qualità dei ghiacci peggiora. Una tendenza lenta ma inesorabile».

Massimo Mapelli

 Stampa Scheda