tag cloud
    [voti: 1 / visualizzazioni: 25]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

La città animale

Frédérich Gonseth, Catherine Azad

Svizzera , 2000 - 70'

 TRAMA
"A Jaipur, capitale del Rajasthan uomini ed animali hanno uno strano e affascinante rapporto. Filmando la città e i suoi animali, vogliamo trasmettere la valenza religiosa e il profondo significato della presenza di questi animali che circolano liberamente tra gli abitanti, in un'idea originaria del mondo che da tempi immemorabili concede spazio agli animali. Per noi, questo è un umile tentativo di tornare alla favolosa e complessa civiltè Indiana. Nel mondo occidentale, fino a quando sono apparse le automobili, le città erano popolate da uomini e animali. Probabilmente per la nostalgia del nostro passato e delle nostre radici siamo rimasti commossi da questi animali che a Jaipur vivono così intensamente con gli uomini. Accusiamo le nostre grandi e moderne cittè in cui gli uomini sono stressati e depressi. Sentiamo che mostrando un altro modo di vivere possa insegnare agli uomini, così come dichiara un Brahmino: No animali, no paradiso".

 REGISTA

Biografia

Frédérich Gonseth ha diretto il suo primo documentario (Histoire du franc suisse) nel 1989. Da allora ha diretto ben 14 diocumentari di vario argomento, in special modo dedicati alle repubbliche dell'ex Unione Sovietica: Escapade moldave (1991), L'Ukraine à petits pas (1992), Géorgie (1997). Tra le altre realizzazioni da segnalare anche la serie TV Longue oreilles (1995 e 1998) e Les sous-hommes ont une mémoire (1999), sulla memoria.

Dichiarazione


 Stampa Scheda