tag cloud
    [voti: 1 / visualizzazioni: 21]
recensioni

È possibile aggiungere questo film a una nuova playlist o a una di quelle che avete precedentemente creato.

Seleziona:
Crea Playlist:

È possibile inserire il film nella sua versione integrale, o eventualmente ricavarne una clip indicando il minutaggio di inizio e fine della porzione interessata (nel formato mm:ss).

Durata:
Integrale
Da: a:

info

Non siamo irrecuperabili

Federico Mensio, Susanna Gramaglia

Italia , 2013 - 6'

 TRAMA
A volte tendiamo a considerare i rifiuti solo come qualcosa di cui disfarsi velocemente, ma in realtà essi, se recuperati in modo corretto, possono e devono trasformarsi da problema in risorsa, specialmente nella società attuale. Attraverso i comportamenti di una famiglia “tipo” del Piemonte, i due registi, con il supporto di tecnici specializzati, evidenziano in questo breve documentario come una più corretta e attenta separazione dei vari materiali, possa portare a ridurre considerevolmente la quantità di rifiuto indifferenziato destinato alla discarica o all’incenerimento. Con poche semplici accortezze, si possono raggiungere risultati sorprendenti a salvaguardia dell’ambiente, aumentando la quota di raccolta differenziata anche in ambiti territoriali in cui si conseguono gia risultati apprezzabili.

 REGISTA

Biografia

Partendo da percorsi personali e professionali molto diversi (l'una architetto, l’altro grafico-informatico), Susanna Gramaglia e Federico Mensio trovano nel video-documentario la loro comune passione che diventa realtà, concretizzandosi in una serie di produzioni, realizzate con lo pseudonimo del collettivo "RGM ideae". Mettendo in sinergia le loro peculiarità, scrivono, producono e dirigono diversi cortometraggi nell’ambito della propria attività lavorativa in campo territoriale-ambientale, tra cui: “Percorsi – Genti e Luoghi della rete escursionistica del Piemonte” (2011), “Preparati all’emergenza” (2012), ”I cacciatori di zanzare”(2012), ”Non siamo irrecuperabili” (2013).

Dichiarazione


 Stampa Scheda