/ Rifiuti

materiali
La Vita sulla Terra si basa sulla capacità di utilizzare e riutilizzare ciclicamente le risorse di cui necessita, in virtù del fatto che il pianeta, da un punto di vista termodinamico, è un sistema chiuso1. L’impiego e la trasformazione della materia seguono un andamento circolare, passando costantemente dal comparto biotico (gli organismi viventi) a quello abiotico (atmosfera, idrosfera e litosfera) con una varietà di ritmi e processi modellizzati in quelli che chiamiamo cicli biogeochimici (il ciclo del Carbonio, dell’Azoto, dell’Ossigeno, ecc.).

Questa caratteristica di ciclicità fa sì che in natura ogni trasformazione di materia generi prodotti a loro volta trasformabili, o perché commestibili per altri organismi (gli scarti metabolici di un organismo spesso costituiscono una risorsa nutrizionale per un altro) o perché soggetti a processi chimico-fisici indipendenti dagli organismi viventi – si pensi al ciclo litogenetico o a quello dell’acqua – che ne permettono lo “smaltimento” (trasformazione e dispersione). Questa incessante trasformazione di materia è alimentata da due flussi energetici (energia solare ed energia geotermica) e permette agli organismi viventi l’auto-costruzione dei propri ‘corpi’ e al tempo stesso il mantenimento di condizioni ambientali favorevoli alla loro evoluzione

. STRUTTURA DEI DOSSIER DI APPROFONDIMENTO


L'obiettivo dei dossier di approfondimento è quello di tentare di mettere in luce la complessità legata alla trattazione del tema specifico senza avere la pretesa di esaurire l'argomento ma cercando di offrire una varietà di sguardi e di spunti riflessivi da cui eventualmente partire per sviluppare percorsi didattici interdisciplinari.

Il testo è strutturato in due sezioni:

1) Una visione d'insieme, il cui testo va affiancato alla mappa concettuale riportata in fondo. La mappa presenta colorazioni e forme distinte che stanno ad indicare differenti ma complementari punti di vista con cui trattare il tema, oltre che possibili collegamenti con altre tematiche/macroaree. I concetti variamente colorati indicati schematicamente nella mappa si ritrovano nel testo ad indicare l'intrecciarsi continuo delle differenti prospettive.

2) Alcuni spunti di riflessione didattica, in cui possono essere offerti stimoli molto diversificati, da attività più o meno strutturate, a strumenti concettuali particolarmente rilevanti o riferimenti a testi, ecc., il cui senso è quello di promuovere la progettazione di percorsi interdisciplinari che valorizzino e integrino le diverse prospettive.

playlist